Cranks

Cranks
  1. cranks (live 11-10-2013).mp3

    0:00 Download
  2. sketch#0.1.1 Towards to rhythm (Henrique Fernandez - Danilo Casti - George Sioros)

    0:00 Download
  3. sketch#0.1.2 Tsunamis (Henrique Fernandez - Danilo Casti)

    0:00 Download
  4. sketch#0.1.3 Waves ou ondas (Henrique Fernandez - Danilo Casti)

    0:00 Download
  5. sketch#0.0.1Crank (Danilo Casti)

    0:00 Download
  6. sketch#0.2.1 duo um (Danilo Casti - Gustavo Costa)

    0:00 Download
  7. sketch#0.2.2 duo dois (Danilo Casti - Gustavo Costa)

    0:00 Download
  8. sketch#0.2.3 duo tres (Danilo Casti - Gustavo Costa)

    0:00 Download
  9. sketch#0.2.4 duo quatro (Danilo Casti - Gustavo Costa)

    0:00 Download
  10. sketch#0.3.1 quarteto um (Henrique Fernandez - Danilo Casti - George Sioros - Gustavo Costa)

    0:00 Download
  11. sketch#0.3.2 quarteto dois (Henrique Fernandez - Danilo Casti - George Sioros - Gustavo Costa)

    0:00 Download

Pathways towards rhythmic gesture. 

Descended to the depths and textural frames.

Memory/Oblivion.

Sounds of oniric psychos.

Danilo Casti - Elettronica 

George Sioros - Elettronica

Gustavo Costa - Objects and drums

Henrique Fernandes - Bass and acoustic laptops

Cranks is a project made in Porto in collaboration with associação Sonoscopia (http://sonoscopia.pt).

Cranks

progetto a cura di Danilo Casti, Gustavo Costa, Henrique Fernandes, Georgios Sioros in collaborazione conAssociazione Spaziomusica e Associação Sonoscopia Porto (PT) 

Gustavo Costa, Batteria, oggetti e percussioni
Henrique Fernandes, Contrabbasso, oggetti e laptop acustico.
Georgios Sioros, Rhythmic Live electronics
Danilo Casti, Gestural Live electronics

Quali sono le traiettorie possibili di un processo compositivo in tempo reale? Quale memoria rilasciano le combinazioni timbriche e quanto pesa l’oblio nelle scelte future? Quattro pennelli si intersecano sopra una tela bianca raccontando un viaggio onirico sonoro. Un acquarello tracciato dalle pulsazioni gestuali e annacquato dall’elettronica in un percorso che tende alla strutturazione ritmica e alla sua decostruzione. I gesti vengono fagocitati e digeriti in tessiture sospese nello spazio e nel tempo, tracciando trame di un canovaccio in continua evoluzione. Crank è un progetto di collaborazione iniziato a Porto nel  Marzo 2013 che segna l’incontro di quattro musicisti che arrivano da esperienze musicali diverse. http://www.danilocasti.com/crank

Gustavo Costa, percussionista e compositore, è una figura di vecchia data nella scena musicale del Portogallo, fin dai primi anni ’90 ha vagato nell’ambito della musica grind core, della musica sperimentale e contemporanea, free jazz, elettroacustica suonando negli Stati Uniti, Libano e l’Europa con o sotto la direzione di artisti come Damo Suzuki, John Zorn, Christian Marclay, Jamie Saft, Alfred 23 Harth, Barbez, Carlos Zingaro, Steve Mackay, Mark Stewart, Massimo Pupilo e Adolfo Luxúria Canibal. Ha studiato percussioni classiche, tecnologie musicali, Sonologia e composizione con Miguel Bernat, Clarence Barlow, Konrad Boehmer, Dimitris Andrikopoulus e Federico Gifford, e ha frequentato corsi di perfezionamento e corsi di breve termine con Fritz Hauser, Kroumata Percussion Ensemble, Kaaija Saariaho, Jonathan Harvey e Wolfgang Mitterer . Gustavo Costa ricerca nel campo della musica contemporanea le sorgenti sonore utilizzabili come oggetti percussivi, il  pianoforte preparato e la sintesi elettronica. La sua modalità di lavoro è fortemente ispirata da artisti come Iannis Xenakis e Giacinto Scelsi, ma anche dall’attitudine politica di Crass e Dead Kennedys.

Henrique Fernandes ha iniziato gli studi musicali in contrabbasso nel 1992 alla Escola Profissional e Artística do Vale do Ave (ARTAVE) nella classe del Prof. Alessandro Samardjiev. Ha conseguito nel 2005 il diploma in contrabbasso presso Escola Superior de Música e Artes do Espectáculo do Porto con il Prof. Florian Petzborn. Parallelamente al mondo della musica classica, collabora a diversi progetti di musica sperimentale come Mecanosphere, F.R.I.C.S, Lost Gorbachevs, Two white monsters around a round table, Open Gate 5, Stealing orchestra, Colectivo BLOB, Srosh, Space Ensemble among others. Negli ultimi anni ha collaborato con diversi musicisti e artisti provenienti da diverse aree: John Zorn, Damo Suzuki, Mark Stuart, Dan Kaufman, Christian Wolff, Carlos Zingaro e altri. Si occupa nella costruzione di strumenti musicali e oggetti sonori che egli utilizza in vari progetti musicali e didattici.

Georgios Sioros ha studiato pianoforte classico e teoria musicale al Conservatorio “Orfio” di Atene. Parallelamente, ha studiato Fisica presso l’Università di Ioannina e ha conseguito un Master in Scienze presso National Technological University di Atene e l’NCSR Demokritos, dove ha lavorato come ricercatore nel campo della biofisica per diversi anni. Lavora nell’ambito della musica elettronica negli ultimi 15 anni. Collabora con altri artisti e ha partecipato a diversi progetti di danza, teatro e installazioni sonore. Si è esibito in diverse sedi di Atene, Berlino e più recentemente in Portogallo. Parte integrante di tutti i progetti è la ricerca e lo sviluppo di algoritmi innovativi per la musica e la generazione del suono. Dal 2010, si è unito al  gruppo di ricerca Sound and Music Computing presso INESC-Tec a Porto (smc.inescporto.pt), dove sviluppa algoritmi e software per la generazione automatica di ritmi. Pochi mesi dopo, ha iniziato la sua ricerca di dottorato nel dipartimento di Digital Media presso l’Università di Porto. Come parte di questa ricerca, ha creato un modello computazionale per la sincope ritmica e lo ha utilizzato per lo sviluppo del suo software di musicale. Ha pubblicato diversi articoli scientifici e ha presentato il suo lavoro in diverse conferenze.

Danilo Casti, musicista e compositore. Il suo percorso musicale inizia con il punk-hardcore, passando per il rock psichedelico, il post-rock, il noise, la glitch music e la musica elettroacustica. Applica le sue ricerche musicali in diversi media, spaziando dal teatro di ricerca, alla danza contemporanea, al video e all’installazione. Collabora attivamente con diversi artisti. Fonda il gruppo di teatro e danza OOFFOURO, occupandosi della composizione musicale, della drammaturgia e della direzione tecnica degli spettacoli prodotti. Sviluppa nel corso degli anni un interesse verso le metodologie compositive in tempo reale, ricercando le diverse possibilità performative applicate alla danza e al video. La sua ricerca è volta prevalentemente alla modalità esecutiva del live electronics e alle possibilità gestuali della musica elettroacustica applicata ad altri media. Partecipa a diversi festival di musica elettronica, teatro e danza come Audio Art Cracovia, Santarcangelo Festival, Crisalide Festival Forlì, Contemporanea Prato, Ipercorpo Roma, Fabbrica Europa Firenze, Castle of Imagination Slupsk, Multiplace Zilina, SpazioMusica Cagliari, Signal Festival Cagliari,  Festival “Non ho mica vent’anni” Mondaino,  Zoom Festival Scandicci, Festival Internazionale Nuova Danza Milano, Inequilibrio Castiglioncello.